mercoledì, Ottobre 23Settimanale a cura di Valeria Sorli

Mister Italia 2019 e’ il rietino Giulio Schifi

Imprenditore di 23 anni, proclamato domenica sera a Trani “Mister Italia 2019”. La corona di “Miss Grand Prix 2019” sulla testa della 21enne pesarese Saida Habibi.

Si chiama Giulio Schifi, è un imprenditore di Rieti, ha 23 anni, è alto 1,87, ha la passione del basket, sogna di diventare un attore e, da domenica sera, è il nuovo “Mister Italia”.

Sul palco di Trani (BAT), Schifi ha sbaragliato la concorrenza degli altri trenta finalisti ed è stato incoronato dalla presidente di giuria Vladimir Luxuria come vincitore del più importante concorso di bellezza maschile organizzato nel nostro Paese.

Il suo nome si aggiunge nell’albo d’oro a quelli di Luca Onestini, Paolo Crivellin, Andrew Dal Corso, Mario Ermito, Raffaele Balzo, e Gerardo Stanco, vincitori nelle scorse edizioni.

Nella stessa sera, sullo stesso palco, si è compiuto anche l’atto conclusivo del concorso di “Miss Grand Prix”, da 32 anni “trampolino di lancio” nel mondo dello spettacolo per tante bellissime ragazze. A spuntarla, in questo caso, la 21enne studentessa pesarese Saida Habibi, incoronata sul palco dalla vincitrice dell’edizione 2018, Isabella Ceci e dalla presentatrice della serata Jo Squillo.

Entrambi i concorsi sono organizzati dalla Claudio Marastoni Communication.

UNA SERATA DA SOGNO

Serata da sogno quella vissuta domenica sera a Trani, scelta per il secondo anno consecutivo, come città delle finali nazionali di Mister Italia 2019 e Miss Grand Prix.

Trentuno i bellissimi e trenta le bellissime sulla passerella allestita nella splendida piazza Quercia con vista sul porto canale e sulla magnifica Cattedrale.

Tra i 31 finalisti del concorso maschile, ben 7 quelli provenienti dalla Toscana (la regione più rappresentata in finale), seguita a ruota dal Veneto (5) e dall’Emilia Romagna e Lazio (4). Anche in campo femminile la regione più rappresentata in finale è stata la Toscana con 6 esponenti, seguita da Emilia Romagna (5), Marche e Abruzzo (4).

Migliaia le persone accorse nel cuore di Trani per l’occasione. Applausometro al top per l’ingresso sul palco della presidente di giuria Vladimir Luxuria annunciata dalla presentatrice Jo Squillo. “Sono molto legata a Trani, mia nonna era originaria di questa splendida cittadina – le prime parole di “Vladi” – D’altronde la Puglia è diventata ormai un brand turistico in tutto il mondo, grazie soprattutto al carattere e all’ospitalità dei pugliesi. Tra tutti questi bei ragazzi, chissà che io non trovi il fidanzato: il mio uomo ideale non deve solo amare, ma rispettare la donna. Spesso nella mia vita mi è capitato di portare fortuna, spero sia così anche per questi ragazzi e ragazze”.

PARTERRE DE ROI

Parterre de roi in piazza Quercia con grandi nomi dello spettacolo italiano. Seduti in prima fila, vicino al sindaco di Trani Amedeo Bottaro, le attrici Emanuela Titocchia e Arianna Valentini. Con loro l’immancabile “sensitivo” delle dive Solange, il modello Marco Crepaldi e il vincitore della passata edizione, Gerardo Stanco.

Spazio anche alla musica con tre splendide voci italiane: Serena De Bari, recente “opening artist” dei live di Roberto Vecchioni, la giovanissima Raffy che ha proposto “Al Chiringuito” e la scatenata Yulla, già definita la regina del reggaton italiano.

Il sindaco Amedeo Bottaro ha premiato con una targa il presidente del “Ferrari Club Ascoli Satriano” Michele Tartaglia per i 90 anni dell’associazione. Sul palco anche un campione della velocità, il pilota Lucio Peruggini.

VINCITORI E VINCITRICI

Oltre a Giulio Schifi e Saida Habibi, tornano da Trani con una vittoria anche i finalisti e le finaliste premiati con una fascia.

In campo maschile, la fascia di “L’uomo ideale” va sulle spalle del bolognese Davide Gianni, quella di “Mister Fiction” se la porta a casa il pisano Yevhen Halushka, la fascia di “Un bello per il cinema” la vince il foggiano Antonio Ricciardi, mentre “Il volto più bello” è quello del siracusano Amedeo Zarbano. Al padovano Michelangelo Ravazzolo è stata assegnata la fascia “Il modello d’Italia”, mentre “Mister Talento” è il carrarese Daniel Dolhescu.

Per quanto riguarda le ragazze, la nuova “Miss Grand Prix Moto” è la fiorentina Stella Civeja, mentre “Miss Grand Prix Fitness” va alla reggiana Milena Di Dio. L’abruzzese Lisabeth Gentile si aggiudica la fascia di “Miss Grand Prix Calcio”, mentre la bresciana Asia Broglia vince quella di “Miss Grand Prix Auto”. La nuova “Miss Gran Prix Fiction” è la pistoiese Marta Giovannelli, mentre è di Lucca Tecla Guidotti, nuova “Miss Grand Prix Talento”.

Print Friendly, PDF & Email