martedì, Novembre 12Settimanale a cura di Valeria Sorli

Milena Quercioli: Nella vita cerco i colori dell’anima

È un’artista a tutto tondo, innamorata follemente di tutto quello che l’arte le ha trasmesso. La sua innata bravura le ha permesso di esporre le sue opere in tutto il mondo, ma il suo cammino artistico è ancora considerevole.    Numerose le novità che coinvolgeranno l’artista milanese Milena Quercioli e noi de La Gente Che Piace, l’abbiamo incontrata per farci raccontare il magico mondo ricco di colori che da sempre caratterizzano le sue opere.

Da dove nasce la passione per la Street Art?

Fin da piccola amavo disegnare ma è da ragazzina che mi sono appassionata alla street art, ai graffiti e ai murales. Compravo tutte le riviste del settore e tentavo di ripeterle, reinterpretando i disegni sulla mia cara vecchia Smemoranda. Erano gli anni 80 la street art stava sbarcando anche in Italia e la mia città Milano, era la capitale italiana di quel nuovo movimento artistico e culturale

Quando dipingi a cosa ti ispiri?  Per te dipingere è uno stato d’animo o segui una tecnica?

Nelle mie opere mi ispiro alla street art e ai graffiti, ma per me dipingere è uno stato d’animo. In tutte le mie opere c’è una parte del mio cuore e della mia anima, non c’è un tema, ma il filo conduttore della mia arte è il colore. Attraverso e per mezzo del colore, cerco di trasmettere emozioni positive, questo è il messaggio che invio alla gente, perchè che nella vita, bisogna sempre cercare i colori dell’anima, come mi ha insegnato mia madre nella sua dura lotta contro la SLA. Lei mi ha insegnato l’importanza di un sorriso nel cuore, perché era una madre e una donna meravigliosa. Quando dipingo la sento vicina e la mia anima vola sulle ali di una farfalla.

 Tutti i tuoi dipinti vengono rappresentati da una farfalla; qual è il significato che vuoi esprimere al tuo pubblico?

Per me la farfalla ha un’importanza particolare è un segno d’amore, perchè inviate dal cielo, sono il punto d’incontro tra il tempo e l’eternità; sono i nostri angeli sempre accanto a noi a proteggerci nel fluire della vita.

Hai partecipato a molte mostre nazionali e internazionali, raccontaci:

È un grande piacere fare conoscere la mia arte in giro per il mondo, ho esposto a :  New York, Dubai, Parigi, Berlino, Barcellona, Oslo, Cannes, Friburgo, Vienna e Lisbona. Sono emozioni indelebili e momenti indimenticabili, soprattutto quando ho ricevuto il premio come miglior artista del salone ero troppo felice per trattenere le lacrime; ovviamente anche altre mostre ed esposizioni molto prestigiose sono nel mio cuore come nel Palazzo del Vicariato a Roma, dove ho vinto la medaglia della creatività, a Venezia ho partecipato a un importante mostra internazionale, a Forte dei Marmi e Pietrasanta ho esposto una delle mie opere nella famosa galleria d’arte  di Laura Tartarelli , ma soprattutto nella mia amata Milano dove ho esposto le mie opere a Expo Milano 2015 e in diverse mostre personali nei palazzi più prestigiosi. Tra i numerosi premi conferitomi, ricordo con orgoglio quelli a Palazzo Visconti, a Palazzo dei Giureconsulti e in location esclusive durante la rinomata Design Week milanese e la Milano Fashion Week.

Quali sono i colori che più caratterizzano la tua persona?

Tutta la tavolozza dei colori, ma sono i colori accesi che mi possiedono, come le mie opere anche la mia personalità è molto colorata. Purtroppo la vita ha rovesciato sulla mia tela tanti colori scuri ma ogni giorno, cerco di ravvivarla con tanti colori accesi. Quando mia mamma mi ha lasciata, il nero della sofferenza era l’unico colore che riuscivo a percepire e grazie alle persone che amo e all’arte, che mi ha regalato e continua a regalarmi belle emozioni, ho ritrovato nel mio cuore tutti i colori vivaci e luminosi della mia anima. Sono una persona molto sensibile nulla per me è più importante che regalare un sorriso, e con la mia arte, cerco sempre di dare il mio contributo. Ho partecipato a diversi eventi benefici contro la SLA a favore dei bambini malati di leucemia di Maria Letizia Verga e tuttora,  partecipo a progetti per l’importante battaglia contro la violenza sulle donne con l’amica Jo Squillo e con la Bon’t worry Onlus di cui sono socia onoraria.

Progetti futuri?

Da poco ho partecipato a una mostra internazionale all’Ambasciata del Brasile a Oslo, dove ho ricevuto un importante riconoscimento artistico, ora sto lavorando per tante altre esposizioni e progetti importanti che spero vedranno presto la luce.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email