lunedì, Settembre 21Settimanale a cura di Valeria Sorli

Home staging per bagno e cucina

Questa settimana vi parleremo di come preparare gli ambienti bagno e cucina per la vendita della vostra casa.

La cucina è uno spazio centrale e spesso rappresenta il cuore della casa. E’ uno degli ambienti domestici più personali, dove si trascorre più tempo e che rispecchia la personalità e le abitudini  di chi la abita, per cui bisogna dedicare particolare attenzione alla sua preparazione.

La cucina deve trasmettere una sensazione positiva e di calore, per questo è importante usare le tecniche dell‘home staging per rendere questo ambiente  pulito,  luminoso  e far sembrare gli spazi più grandi, anche se la metratura è limitata. 

 Uno dei principali obiettivi è quello di eliminare il disordine. Togliamo tutti quegli oggetti inutili che prendono spesso posto sui piani di lavoro e sulle mensole della cucina e via tutte quelle orrende calamite  provenienti dagli angoli più disparati del pianeta dal frigorifero!

A questo punto, dopo aver eliminato gli elementi superflui e messo in ordine quelli esistenti, aggiungiamo qualche complemento decorativo; ad esempio  un bel mazzo di fiori freschi sul tavolo daranno un tocco di colore e conferiranno all’ambiente un  look curato.

Subito dopo la cucina, il bagno è l’ambiente che viene considerato maggiormente in fase di vendita. E’ la stanza più intima della casa e tenerlo in ordine è indice di cura delle cose, attenzione alla persona e quindi attenzione verso gli altri.

Un bagno tenuto bene, curato e pulito aiuterà molto l’acquirente a decidere positivamente per l’acquisto. Al contrario, invece, un bagno trascurato e in disordine, magari anche con i sanitari pieni di calcare, di sicuro non invoglierà all’acquisto. La sola pulizia comunque potrebbe dare già una grossa mano e, non dimentichiamo di abbassare il copriwater!!

Un consiglio: se avete delle piastrelle molto vecchie e superate, pensate di colorarle con una tinta neutra o di un colore pastello chiaro. In commercio si trovano appositi smalti o resine, che sono specificatamente pensati per questo scopo e che, oltre a garantire un aspetto nuovo e fresco all’ambiente, senza rimuovere le vecchie piastrelle, hanno proprietà di resistenza all’acqua, così da poter essere usati in locali soggetti all’umidità. 

Ricordatevi la regola delle 6 R, che vale per tutte le stanze della casa e in particolare per i bagni:
RIPULIRE i pavimenti, i rivestimenti, i vetri, i sanitari e gli specchi;
RINFRESCARE le pareti della casa con un colore neutro che amplifica gli spazi;
RIARREDARE cioè posizionare meglio gli arredi e gli accessori, utilizzando il più possibile quelli esistenti;
RIVALUTARE cioè enfatizzare i punti di forza dei vari ambienti;
RIPARARE almeno i danni più evidenti;
RIORDINARE  eliminando tutto il superfluo e  gli oggetti personali .

E allora, buon lavoro e se volete altri consigli, scriveteci: info@homeatmosphere.it

Print Friendly, PDF & Email