sabato, Aprile 17Settimanale a cura di Valeria Sorli

Harry Styles -La sua voce nel mondo

Ex membro del famoso gruppo inglese chiamato One Direction, Harry Styles è ancora sulla bocca di tutti. Come gli altri ex componenti della band, ha debuttato qualche anno fa con una carriera da solista, raggiungendo la vetta di tutte le classifiche. Con il primo album Harry Styles uscito nel 2017, ha conquistato il cuore dei suoi fan e ha fatto esplodere la sua voce nel mondo. Il primo singolo Sign of the times è stato fondamentale per l’inizio della sua nuova carriera: il brano ci ha lasciati a bocca aperta e non abbiamo potuto fare altro che ascoltarlo in silenzio e contemplarlo.

Nel 2019 ha esordito con il suo secondo album, Fine Line. Raccoglie canzoni come Watermelon Sugar e Adore You; esprime uno stile mescolato con mille generi diversi come il pop rock e quello psichedelico, con un tono di indie pop, funk, folk e gospel. Alcune tracce fanno riferimento a storie d’amore finite, al risentimento per colpe che il cantante ammette di avere, al perdono e alla nostalgia, al contrasto tra odio e amore e alla comunità LGBT+.

Insomma, stiamo parlando di un artista completo a tutti gli effetti. Elogia la bellezza e l’armonia e mette in risalto anche il suo lato più femminile, andando contro tutti gli stereotipi di genere. Ultimamente è stato anche criticato da tantissimi giornalisti che trovano “ridicolo” il fatto che lui indossi delle gonne e dunque compaia anche su copertine importanti vestito così. Quello che invece vorrebbe mostrare il cantautore britannico, è l’esaltazione dell’arte e del concetto di tenere la nostra mente aperta ad altre tendenze.

Dagli anni degli unici e soli One Direction, Styles ha mantenuto la sua insostituibile genuinità, ha saputo andare controcorrente ed è diventato il simbolo di un forte attivismo nei confronti dei diritti della comunità LGBT+. Nel 2018 infatti, rilasciò delle T-Shirt con la scritta dai colori arcobaleno Treat People with Kindness (facendo riferimento ad un suo brano) in onore del Pride Month; il ricavato è stato consegnato in beneficenza a GLSEN, un’organizzazione educativa americana che opera a sostegno della lotta contro la discriminazione e il bullismo, basati sull’identità di genere e l’orientamento sessuale. Nel 2020, il cantante ha indossato delle calze a rete in un servizio fotografico, per testimoniare il suo supporto verso il gender bender (termine che fa parte della teoria Queer).

Harry Styles è dunque veramente l’essenza dell’arte: nella sua figura si rivedono quadri di epoche passate, armonie che viaggiavano per le corti più famose, colori che ci fanno stare bene e ci rendono felici. Non possiamo fare altro che fermarci un momento ad assaporare i suoi brani e lasciarci trasportare dalle sue parole.

Print Friendly, PDF & Email