giovedì, Ottobre 22Settimanale a cura di Valeria Sorli

Filippo La Mantia e Ernst Knam testimonial della campagna La Lega del Filo D’Oro “Una Storia di Mani”

Lega del Filo d’Oro – Lesmo (MB)
Filippo La Mantia

 

FILIPPO LA MANTIA E ERNST KNAM AFFIANCANO RENZO ARBORE E NERI MARCORE’ PER SOSTENERE LA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI “UNA STORIA DI MANI” DELLA LEGA DEL FILO D’ORO

Gli Chef Filippo La Mantia ed Ernst Knam si uniscono agli storici testimonial della Lega del Filo d’Oro Renzo Arbore e Neri Marcorè per sostenere la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Una storia di mani”, a cui tutti possono contribuire fino al 31 dicembre con un sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45514.

visita: www.legadelfilodoro.itL’obiettivo è uno solo: completare la costruzione del nuovo Centro Nazionale contribuendo
all’allestimento dell’edificio in cui verranno accorpate tutte le strutture dedicate alle attività
fisioterapiche e idroterapiche. Per questo, anche quest’anno, continua la campagna di raccolta
fondi “Una storia di mani” a cui tutti possono contribuire fino al 31 dicembre con un sms o
chiamata da rete fissa al numero solidale 45514. Grazie ad un piccolo gesto di generosità sarà
possibile garantire un adeguato percorso di riabilitazione fisica a bambini e adulti sordociechi e
pluriminorati psicosensoriali. I fondi raccolti quest’anno andranno nello specifico a completare
l’edificio in cui verranno allestiti gli ambienti destinati alle attività fisioterapiche e idroterapiche. In
particolare verranno realizzate 2 piscine e 4 palestre, che sono di fondamentale importanza per il
percorso riabilitativo personalizzato delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.
Per sensibilizzare l’opinione pubblica a sostenere la campagna scendono in campo tanti
testimonial del mondo del calcio, dell’alta gastronomia e della musica Insieme a Renzo Arbore e
Neri Marcorè, testimonial della Lega del Filo d’Oro.
Ad unirli è “una storia di mani”. Parare un pallone, dirigere un’orchestra o cucinare sono solo
alcune delle molteplici azioni che si possono compiere quotidianamente attraverso l’utilizzo delle
mani. Le mani, per le persone sordocieche, sono la vita, rappresentano un prezioso strumento per
conoscere e comunicare con il mondo che le circonda. Il senso del tatto è lo strumento principale
con cui gli operatori della Lega del Filo d’Oro riescono a mettersi in relazione con loro per educarle
alla massima autonomia possibile.
Proprio per questo motivo, per sostenere l’Associazione, hanno riconfermato il proprio sostegno
alla Campagna lo Chef Filippo La Mantia e lo Chef e Maître Chocolatier Ernst Knam.
Già lo scorso anno lo chef La Mantia ha toccato con mano la realtà della lega del Filo d’Oro.
Presso il centro di Lesmo, il punto di riferimento per l’educazione, la riabilitazione e il reinserimento
nella famiglia o nella società delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali della
Lombardia e delle altre regioni del Nord. In questa occasione ha coinvolto i bambini i e ragazzi
sordociechi nell’esecuzione di una delle sue ricette più famose: il Cous Cous, ricetta semplice ma
dal profumo e gusti intensi, proposta nei suoi ristoranti dal 2001 e che per l’occasione è stato
rinominato “La semola dell’integrazione”.
Secondo lo studio condotto dall’Istat per la Lega del Filo d’Oro Lega, le persone con
problematiche legate sia alla vista che all’udito sono 189 mila pari allo 0,3% della popolazione
italiana. Di queste, circa 108 mila vivono di fatto confinate in casa, non essendo autosufficiente
nelle più elementari necessità quotidiane (camminare, lavarsi, vestirsi, prendere un mezzo
pubblico) e che le spinge verso una condizione di completo isolamento anche affettivo. Oggi
l’emergenza sanitaria causata dal COVID-19 le ha rese ancora più fragili, poiché data la
minorazione sensoriale le persone sordocieche utilizzano prevalentemente il tatto per comunicare
e conoscere l’ambiente circostante e in un momento in cui la raccomandazione è quella di
mantenere la distanza di sicurezza, questo rappresenta per loro un ulteriore, enorme, ostacolo.

«Sono onorato di avere ancora una volta al nostro fianco tanti amici che sostengono la campagna
e affiancano i nostri testimonial Renzo Arbore e Neri Marcorè e per questo li ringrazio», ha
dichiarato Rossano Bartoli, Presidente della Lega del Filo d’Oro. «Contribuire inviando un sms o
chiamando il 45514 significa dare la possibilità a tanti bambini e adulti sordociechi e pluriminorati
psicosensoriali di poter svolgere attività di fisioterapia e idroterapia, fondamentali per il loro
percorso riabilitativo, in strutture realizzate appositamente per le loro esigenze».

LEGA DEL FILO D’ORO – Oggi la Lega del Filo d’Oro è presente in dieci regioni e segue ogni
anno circa 950 utenti provenienti da tutta Italia svolgendo le sue attività di assistenza, educazione
e riabilitazione delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali nei Centri e Servizi
Territoriali di Osimo (AN), Sede principale dell’Ente, Lesmo (MB), Modena, Molfetta (BA) e Termini
Imerese (PA) e nelle Sedi territoriali di Novara, Padova, Pisa, Roma e Napoli. Per maggiori
informazioni visita: www.legadelfilodoro.it

 

Print Friendly, PDF & Email