sabato, Settembre 26Settimanale a cura di Valeria Sorli

Fausto Coppi: Il mito mai dimenticato

Sono trascorsi 60 anni oggi, il 2 gennaio 1960, quando all’età di quarant’anni il campionissimo Fausto Coppi ci ha lasciati. Soprannominato “il Campionissimo o l’Airone, Coppi fu il corridore più famoso e vincente dell’epoca d’oro del ciclismo e considerato uno dei più grandi e popolari atleti di tutti i tempi, nonché formidabile passita! Eccezzionale scalatore,dotato di un buono spunto veloce,corridore completo e adatto a ogni tipo di competizione su strada. Oggi a Castellania, paese natale del Campionissimo sarà celebrata una messa nella chiesa vicino al Mausoleo che ospita le spoglie di Fausto e del fratello Serse. Seguirà la consegna del Premio ” Welcome Castellania 2020″al giornalista sportivo belga Philippe Maertens, al giornalista francese Salvatore Lombardo e all’imprenditore e grande appassionato di ciclismo Valentino Sciotti.  Oggi la Casa Coppi, effettuerà un’apertura straordinaria per tutta la giornata a partire dalle 9:30 con orario continuato. Nel pomeriggio a Novi Ligure alle ore16:00 al Museo dei Campionissimi inaugurazione della mostra dedicata all’Alfa Romeo Matta AR52, l’ammiraglia che accompagnò la Nazionale italiana e l’Airone nel trionfale Tour de France del 1952. In esposizione oltre al mitico fuori strada e una serie di fotografie e pannelli che ne raccontano la storia. La Vettura resterà al Museo dei Campionissimi fino a marzo 2020. Prestito della vettura concesso dal registro storico Alfa Romeo Matta.

 

Print Friendly, PDF & Email