venerdì, Giugno 5Settimanale a cura di Valeria Sorli

Eros Ramazzotti: Buon Compleanno in musica

Eros Ramazzotti

“Terra promessa”, “Musica è”, “Adesso tu”, “Nuovi eroi”, “Un’altra te”, “Parla con me”, “Più bella cosa”, “Cose della vita”, “Se bastasse una canzone”, etc. Tutte benedettamente e maledettamente belle, tutte con ritornelli rinchiusi nei cuori di flotte di generazioni. Tutte legate ad immagini, sensazioni, lacrime, sorrisi. Tra lidi balneari, discoteche, nelle auto, tra un amore e l’altro, un’avventura, un’ubriacatura, una follia, una festa “a trentatré giri” negli stadi, nei teatri, nelle manifestazioni mondiali. Eros Ramazzotti é sempre li, con toni alti o bassi, la sua inconfondibile voce, dal timbro rassicurante, raggiunge tutti nel cuore e nella mente. Come la voce di un fratello lontano, un cugino, un figlio, un nipote, un fidanzato, un amante.

Anno dopo anno Eros rimane fedele alla sua melodia, al suo pubblico, mai volgare, mai deludente, mai fuori posto. Avvolto dal fascino della timidezza, il suo volto pulito, ieri come oggi, resta l’emblema del bravo ragazzo. Con il suo talento, ha saputo regalare un patrimonio artistico strepitoso, ma soprattutto ha dimostrato come un ragazzo di periferia può diventare uno dei più grandi cantanti a livello mondiale e non montarsi la testa, mai.

Con i grandi nomi sembra davvero sempre riduttivo elencarne le stratosferiche cifre di dischi venduti, o premi ricevuti. Ma possiamo testimoniare, con piacere ed orgoglio, che Eros è certamente tra quegli artisti dall’animo nobile, che sa tendere la mano e regalare un abbraccio di conforto. Anche a chi non è altro che una tra milioni e milioni di fans.

Qualche anno fa una sua grande ammiratrice gli scrive, attraverso i social, poco prima di posizionarsi quanto più possibile sotto il palco. Gli scrive che stava attraversando un periodo particolare e che la sua musica la stava aiutando, come sempre. Ramazzotti ha mandato, prima di iniziare il concerto, persone del suo staff a prenderla, regalandole un’immensa gioia. Questo è Eros Ramazzotti, questo è essere grandi.

Forse potrà esserci una minuscola, quasi invisibile, parte in questo mondo a cui non può piacere la sua voce, ma certamente non ci sarà mai nessuno che potrà dire che è stato un cattivo esempio. Grazie.

In attesa del nuovo CD “Vita ce n’è”, il 23 novembre, disco che porterà in tour mondiale, noi de La Gente che piacefacciamo tanti auguri per un compleanno ricco di ogni bene, soprattutto sempre in musica. Quella stessa musica che la smorfia napoletana attribuisce al numero 55, gli anni compiuti. Che dire, viva la musica, viva Eros Ramazzotti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.