lunedì, dicembre 17Settimanale a cura di Valeria Sorli

Giorno: 2 ottobre 2018

L’Arte della danza

L’Arte della danza

Alviero Martini
La danza è sicuramente l’espressione artistica-fisica eccellente per natura, sublime per prestazione ed elegante per definizione. In realtà è la massima espressione di tutte le arti congiunte, dove, seppure senza l’ausilio della voce, il corpo supplisce con tanta imponenza, sia nella delicatezza che nello sforzo estremo, da comunicare e trasmettere sensazioni straordinarie. E’ un arte espressiva, dove il movimento del corpo attraverso un ritmo racconta una storia, una sensazione, una emozione. La coreografia di un singolo elemento o di un intero corpo di ballo, sia studiata a tavolino, o sublimata attraverso l’improvvisazione, è presente in tutte le culture umane. Teatro e Musica sono le arti che la animano, sia essa classica, popolare, o semplicemente “ballo”. Sin dall’antichità, la
Non è un panino

Non è un panino

BENESSERE
Avete presente quella stupenda gratinatura che rende la cottura di un piatto, sublime? Crosticina allegra e croccante e sotto, una bontà che si scioglie in bocca, con un incredibile bilanciamento dei sapori, senza eccesso di grassi…un piacere del palato e dei sensi, un appagamento totale che ti fa far pace col mondo intero. E’ semplicemente arte e amore perché chi senta veramente la passione per la preparazione del cibo e ami, dopo tanti anni di duro lavoro, il riproporre la tavolozza del gusto nella quotidianità, è un vero artista, della semplicità e della vita. Chi c’è a spentolare anche con un gran caldo, a dosare sapientemente i sapori, le quantità, a saper capire, sempre, quando la mantecatura di un piatto sia veramente al punto giusto? Io li chiamo gli artigiani del gus
Il linguaggio dei profumi

Il linguaggio dei profumi

BENESSERE
“Non si è mai completamente vestiti senza profumo”. C.JoyBell C. Questa settimana continuiamo la nostra esplorazione nel meraviglioso mondo dei profumi, degli oli essenziali e il loro utilizzo. La volta scorsa abbiamo parlato del loro uso a livello aromatico attraverso l'olfatto, il primo senso con il quale approcciamo al mondo che ci circonda. Il secondo metodo è quello dell'uso a livello topico che coinvolge la nostra epidermide, gli oli infatti sono efficacemente assimilabili dal nostro organismo tramite i pori della cute. I costituenti degli oli essenziali vengono assorbiti in modo rapido ed efficace  dalle membrane cellulari quando applichiamo l'olio direttamente sulla pelle e in punti particolarmente sensibili e recettivi del corpo. A tale scopo l'applicazione topica è p
Ascolta la voce dei tuoi Angeli

Ascolta la voce dei tuoi Angeli

MISTERI
Cari amici lettori, spesso mi vengono poste le seguenti domande: Daniel è possibile ascoltare la voce del nostro Angelo Custode? E' ipotizzabile creare un incontro a livello psichico con le creature celesti? SI può scendere tanto in profondità dentro di noi per incontrare gli insegnamenti del nostro Angelo? Ebbene si, è possibile! Vi trascrivo una considerazione fatta da un grande uomo saggio e illuminato di nome Carl Gustav Jung: "In ognuno di noi c'è un altro che non conosciamo. Egli ci parla attraverso il sogno e ci comunica in che modo ci vede diversi da come noi ci vediamo. Se noi ci troviamo in una situazione insolubile, questo sconosciuto può farci un po' di luce, in una maniera adattissima a modificare il nostro atteggiamento, proprio quello che ci ha portat
Raffaella Carrà: il suo nuovo album “Ogni volta che è Natale”

Raffaella Carrà: il suo nuovo album “Ogni volta che è Natale”

VIP
Ai grandi non serve far tanto baccano, non servono gli scoop né le moine in TV o sui giornali. Poche parole ma buone. Tutto iniziò quando il grande artista degli abiti da scena, Luca Sabatelli, il quale ha vestito grandi nomi del firmamento femminile in TV e non, è diventato da quel 1978, uno dei più assidui disegnatori a corte Carrà. Con Lei si è davvero sbizzarrito, creando delle vere e proprie opere, oseremmo dire delle vere armature scintillanti. Diventando, negli anni, il suo più assiduo creatore di costumi unici, nonché frequentatore del salotto Carrà quale fidato e affidabile amico. Qualche mese fa, in un intervista a "Estate in diretta" su RAI Uno dichiarò: "Vi dico solo che sto disegnando, in questi giorni, per Raffaella". La notizia rimbalza in rete e tra Italia
Emanuela Tittocchia: Sono “viva” grazie al teatro

Emanuela Tittocchia: Sono “viva” grazie al teatro

VIP
«Studio, volontà e disciplina sono le regole principali per diventare delle serie professioniste in ogni settore». Sono le parole di Emanuela Tittocchia, attrice e conduttrice, che da sempre ha avuto una spiccata propensione per la recitazione e il teatro. Da piccola, infatti, si divertiva a guardare i personaggi televisivi più noti, fantasticando sul suo futuro di una proficua carriera sul grande schermo. Laureata in Architettura presso il Politecnico di Torino, sua città natale, frequenta senza esitazioni, e contro il volere dei genitori, una scuola di recitazione. Dopo la classica gavetta, dove partecipa e presenta numerosi eventi nelle televisioni private locali, finalmente arriva il successo. Recita in “CentoVetrine”, la fiction molto seguita dagli italiani, in onda per 15 s
Affetti a Beirut

Affetti a Beirut

Alviero Martini
Il mio primo viaggio a Beirut risale al 1998, per una sfilata di moda Italiana “Stilisti di Alta moda” ed io con il pret-a porter. Partenza da Milano, nel mio caso, dove viaggiai con Valeria Mazza, che era la top model, “star “ della serata. Ci conoscevamo già, e la sua naturalezza, la sua simpatia, la sua semplicità, hanno facilitato tutto il viaggio, con lunghe conversazioni, i racconti sui suoi figli, la famiglia, e il lavoro, tutto con estrema professionalità, dimostrata poi anche durante le prove, e la serata di Gala. Serata organizzata da Magdalena Diab, che con il suo ex marito, e la loro agenzia, portavano a Beirut, appena uscita dalla guerra, la speranza di ridare alla città i fasti degli anni ’60.  Ovviamente tra gli stilisti italiani, Renato Balestra,