giovedì, dicembre 13Settimanale a cura di Valeria Sorli

Giorno: 25 aprile 2018

Alviero Martini e il linguaggio delle emoticons

Alviero Martini e il linguaggio delle emoticons

Alviero Martini
Ma è mai possibile che non riusciamo più a dirci “ti voglio bene” con sincerità,  senza doverlo abbreviare con un TVB impersonale e privo di quell’enfasi  che la frase intera contiene? Per non parlare poi di tutte quelle abbreviazioni che sottraendo le vocali ci danno frasi tipo a dp, ok + trd, slt, etc. etc…. ? Cosa pensiamo? Che semplicemente troviamo più tempo per dedicarlo a cosa? A moltiplicare altri contatti dello stesso tipo, con gli occhi fissi su una tastierino del nostro dispositivo cellulare, senza mai guardare negli occhi, o comunicare con una frase corretta, con un virgolettato, una  punteggiatura,  insomma in italiano, recuperare quel dialogo che se una volta era scritto a mano con lettera e tempo di attesa di risposta, oggi grazie